Stadio Tardini: lettera aperta al nuovo sindaco Michele Guerra

Egregio sig. Sindaco,
ci congratuliamo con Lei per il risultato elettorale che ha conseguito e le auguriamo buon lavoro.

In effetti di lavoro per la città ce n’è molto da fare, ma per svolgerlo occorrono figure di elevata competenza, professionalità, imparzialità, umiltà e senso morale che contribuiscano al buon governo di Parma per i prossimi cinque anni.

Corrono voci che tra i possibili candidati a ricoprire un ruolo nella nuova giunta comunale vi sia anche il sig. Marco Bosi che, in qualità di vicesindaco e assessore allo Sport della precedente amministrazione, è stato protagonista dei fatti che le sottoponiamo qui di seguito.

Mentre nelle giornate del 24, 25 e 26/8/2020 i soci di Nuovo Inizio svolgevano nel più stretto riserbo fitti incontri tra Parma e Collecchio con il potenziale acquirente americano Kyle Krause e il suo staff di consulenti per trattare la vendita del club (dove la prospettiva del business immobiliare del nuovo stadio era l’unica possibilità per rendere appetibile una società di calcio con risultati economici in continua perdita e conti in profondo rosso), il vicesindaco nonché assessore allo sport Marco Bosi, nonostante non vi fosse alcuna proposta di realizzazione del nuovo stadio depositata in Comune, il 26/8/2020 esce sulla stampa con un comunicato congiunto con il presidente del Parma Calcio, Pietro Pizzarotti, in cui afferma: “Posso anticipare che questo lavoro è assolutamente in linea con la visione che l’Amministrazione ha sempre avuto dello stadio”.

Verso il nuovo Tardini, il Comune: Marco Bosi: “Posso anticipare che questo lavoro è assolutamente in linea con la visione che l’Amministrazione ha sempre avuto dello stadio”. Il presidente del Parma Calcio 1913 Pietro Pizzarotti: “il progetto di riqualificazione dello stadio Tardini va avanti e si fa sempre più concreto.” Il progetto è stato studiato grazie al dialogo con l’Amministrazione che infatti è stata coinvolta nell’idea in questi anni, e in particolare negli ultimi dodici mesi. I lavori di riqualificazione del Tardini potrebbero partire da settembre 2021.

La Repubblica di Parma, 26/8/2020

La notizia della trattativa per la vendita del Parma Calcio tra i soci di Nuovo Inizio e l’imprenditore americano Kyle Krause viene resa pubblica soltanto il 27/8/2020.

Tre giorni di intense trattative per portare al Parma calcio un nuovo socio di maggioranza. Per questo un gruppo di imprenditori e manager statunitensi è rimasto in città in gran segreto per tre giorni. Riunioni all'hotel De La Ville, la visita al centro sportivo di Collecchio e il pranzo a Torrechiara. Marco Ferrari, Guido Barilla, Giacomo Malmesi e Pietro Pizzarotti, soci di Nuovo Inizio, al fianco di imprenditori e manager arrivati in città dagli Stati Uniti.

La Repubblica di Parma, 27/8/2020

L’accordo vincolante per l’acquisizione del Parma Calcio da parte dell’imprenditore americano Kyle Krause viene poi firmato il 29/8/2020.

Il progetto del nuovo stadio Tardini viene depositato dai soci di Nuovo Inizio in Comune il 9/9/2020.

L’atto di cessione del 90% del Parma Calcio viene sottoscritto il 18/9/2020.

Qui si tratta di dichiarazioni pubbliche di un esponente apicale della giunta comunale, compiute mentre era in corso la trattativa di vendita del Parma Calcio e prima ancora che in Comune fosse depositata una qualsivoglia proposta di progetto di rifacimento dello stadio Tardini e ne fosse valutata la fattibilità nelle sedi preposte.

Dichiarazioni che, oltre agli immaginabili riflessi sulla vendita del club, hanno determinato un clima non certo favorevole affinché i funzionari del Comune, poi chiamati a valutare il progetto nel delicato iter della Conferenza di Servizi, potessero operare con serenità e senza condizionamenti.

Una condotta del genere si può ritenere appropriata a un esponente di governo della Pubblica Amministrazione?

Le porgiamo i nostri cordiali saluti e le auguriamo buon lavoro.

Osservatorio Stadio Parma